‘L’ombra del faro’ ~ il mio haiku secondo classificato al Premio di Poesia Haiku ‘Giappone Svelato’ (Bari, 2017)

Il mio haiku è risultato secondo classificato al Premio di Premio di Poesia Haiku ‘Giappone Svelato’ (Bari, 2017), evento inserito tra le Celebrazioni Ufficiali del 150° anniversario dei Rapporti Diplomatici tra Italia e Giappone, con il Patrocinio dell’Ambasciata Giapponese, che si affianca a quello delle istituzioni locali.

mare d’inverno –
si scioglie nel tramonto
l’ombra del faro

© Maria Laura Valente
18118927_911462332328129_6521436374713688305_n

Annunci

‘Homemade Pasta’ ~ un mio componimento appare nella rubrica americana Haiku in the workplace (Apr. 26, 2017)

Un mio componimento, sul tema ‘L’espatriato‘, appare nella rubrica americana Haiku in the workplace (26 Aprile 2017), edita da Jim Kacian.
~
A workplace haiku of mine, about ‘The Ex-Pat‘ has been featured in the american column Haiku in the workplace (Apr. 26, 2017), edited by Jim Kacian.

working abroad —
my mother’s weekly shipping
of homemade pasta
~
lavoro all’estero –
la pasta fatta in casa di mamma
arriva ogni settimana

© Maria Laura Valente

Link diretto alla rubrica:
~
Direct Link:

https://www.thehaikufoundation.org/2017/04/26/haiku-in-the-workplace-the-ex-pat/

Raw homemade pasta with infinity symbol

Due miei componimenti sulla Romagna appaiono in Giappone su Asahi Haikuist Network (April 21, 2017)

Il 21 Aprile 2017, per celebrare la Giornata della Terra – Earth Day (22/4/17), due miei componimenti appaiono su Asahi Haikuist Network, la rubrica del celebre quotidiano nipponico Asahi Shimbun, curata, sin dal 1995, da David McMurray, docente di Studi Interculturali all’Università Internazionale di Kagoshima, in Giappone.
I miei versi appaiono nella seconda sezione della rubrica, denominata From The Notebook (Dal Taccuino), arricchiti dal commento del prof. McMurray.

Questo, il testo originale, seguito dalla traduzione in lingua italiana dei componimenti e del commento:

Commuting to school in Italy, Maria Laura Valente describes her town of Romagna as “a very green country with a wonderful natural landscape, with many beautiful peach trees blossoming in pink.” Her haiku underlines the importance of environmental protection. By the time her students graduate at Marie Curie High School, she hopes they will be ready to take action and be a voice for beneficial change to our shared world heritage.

misty highway–
invisible peach trees
blossom

Valente’s second haiku is about the shallow Rubicon river. Surrounded by a beautiful park and a naturalistic path called Julius Caesar’s Ring, she says that “on misty days you can’t see the river anymore, we only can hear the sound of water.”

deep mist–
Rubicon is nothing
but a sound

© Maria Laura Valente

*

In Italia, mentre viaggia come pendolare verso la scuola dove insegna, Maria Laura Valente descrive la Romagna come “una terra ricca di verde, con un meraviglioso paesaggio naturale, arricchito da tanti, bellissimi alberi di pesco che in Primavera si ornano di fiori rosa”. Il suo haiku sottolinea l’importanza della protezione dell’ambiente. Lei spera che i suoi alunni, dopo essersi diplomati all’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Marie Curie (Savignano sul Rubicone), saranno in grado di agire in tal senso e di far sentire la propria voce a favore di un cambiamento positivo verso la protezione del nostro patrimonio ambientale condiviso.

nebbia in autostrada –
invisibili, i peschi
stanno fiorendo

Il secondo haiku della Valente parla, invece, del Rubicone, circondato da uno splendido parco e da un sentiero naturalistico chiamato L’Anello di Cesare. L’autrice racconta che “nei giorni di nebbia fitta, il fiume diventa invisibile e tutto ciò che resta è la voce dei suoi flutti”.

profonda nebbia –
nient’altro che la voce
del Rubicone

© Maria Laura Valente

Questo, il link diretto alla rubrica:
http://www.asahi.com/ajw/articles/AJ201704210016.html

fiume-2

‘New bossy boss’ ~ un mio componimento appare nella rubrica americana Haiku in the workplace (Apr. 19, 2017)

Un mio componimento, sul tema ‘Congedo Parentale‘, appare nella rubrica americana Haiku in the workplace (Aprile 19, 2017), edita da Jim Kacian.
~
A workplace haiku of mine, about ‘Maternity/Paternity Leave‘ has been featured in the american column Haiku in the workplace (Apr. 19, 2017), edited by Jim Kacian.

maternity leave –
my new bossy boss
is so cute!
~
congedo di maternità –
quel prepotente del mio nuovo capo
è adorabile!

© Maria Laura Valente

Link diretto alla rubrica:
~
Direct Link:

https://www.thehaikufoundation.org/2017/04/19/haiku-in-the-workplace-maternity-paternity-leave/

coverlg_home

‘Kintsugi Tea Cup’ ~ un mio componimento ospitato sul blog della scrittrice Charlotte Digregorio

Il 18 Aprile 2017, il mio componimento ‘kintsugi tea cup‘ (apparso sulla rivista Chrysantemum, #21, Aprile 2017) è stato ospitato sul celebre ‘writing blog’ di Charlotte Digregorio, scrittrice e studiosa di fama internazionale, cui va il mio più sincero ringraziamento.

Link diretto: https://charlottedigregorio.wordpress.com/2017/04/18/daily-haiku-april-18-2017/

20170419_004734

‘Kintsugi Tea Cup’ ~ un mio componimento appare sulla rivista Chrysanthemum (March 2017)

Un mio haiku appare sulla rivista Chrysanthemum, edita da Beate Conrad (numero 21, Aprile 2017).
~
An haiku of mine appares on Chrysanthemum (issue 21, April 2017), edited by Beate Conrad.

kintsugi tea cup –
the day I fell in love
once again
~
kintsugi Teeschale –
der Tag, an dem ich mich noch
einmal verliebte
~
tazza da té kintsugi
il giorno in cui
sono tornata ad amare

© Maria Laura Valente

Questi versi parlano del giorno in cui mi sono innamorata di Valerius. Uscivo da una relazione molto difficile, che mi aveva ridotta in pezzi, facendomi sentire ferita, inutile, irrecuperabile.
Ma l’amore di colui che oggi è mio marito, come il filo d’oro colato nel kintsugi, non solo mi ha fatto rinascere ma mi ha resa una persona migliore…

Il kintsugi (金継ぎ) è un’arte giapponese che consiste nel riparare con una colata di metallo prezioso (argento, oro, platino) un oggetto di ceramica ridotto in pezzi.
In verità, il kintsugi è anche una filosofia e una forma mentis, poiché non solo permette di recuperare un oggetto frantumato ma gli conferisce maggior valore, poiché esso ha ora una storia articolata, fatta di morte e rinascita, che non va nascosta bensì esternata, come dimostra il fatto che la riparazione non cerca di mimetizzarsi ma risalta sullo sfondo.

Ciò mi ricorda uno splendido verso di Alda Merini:
ma da queste profonde ferite usciranno farfalle libere.

Direct Link:
~
Link:
http://www.chrysanthemum-haiku.net/media/Chrysanthemum_21.pdf

bildschirmfoto-2015-12-09-um-09-23-31.png