Capitombolo – un family haiku sulle prime corse e le prime cadute

 

Un family haiku sui primi capitomboli.

capitombolo-
il prato dell’asilo
molle di brina

© Maria Laura Valente

 

A family haiku about first baby tumble.

a tumble –
the lawn at the kindergarten
soggy with frost

English translation by Anna Maria Domburg-Sancristoforo.

 

first frost,-
my baby tumbled and stopped bawling
in a few seconds

English version by Uematsu Naotaka / Hanseki

 

初霜や吾子こけ五秒でなきやみぬ

hatsu-shimo ya ako koke go byou de naki-yaminu

Japanese translation by Uematsu Naotaka / 半石

 

bk14d

Kawase Hasui (1883-1957), A ball, from the series Twelve Subjects of Children (Komodo junidai, temari), February 1931.

Annunci

Lustralia – Abluzioni Liriche, LunaNera, 2016

È uscita la mia seconda silloge poetica, o meglio,  il mio primo prosimetrum, dal titolo Lustralia -Abluzioni Liriche, LunaNera Edizioni, 2016.

Prefazione di Eufemia Griffo.

Progetto fotografico e illustrativo “Immersioni Vegetali” di Alessandra Bincoletto.

Edito da Associazione Culturale LunaNera.

Il volume verrà presentato il 9 Dicembre 2016, presso il Caffè Letterario Notturno Sud, a Bologna.

Una bella serata di poesia, musica e piacevoli conversazioni.

Relatore: Carmine Valendino, presidente dell’Associazione Culturale LunaNera
Lettura attoriale a cura di Luisa Vitali
Interventi musicali di Eleonora Beltramello
Saranno presenti:
Roberta Borgianni, vicepresidente dell’Associazione Culturale LunaNera
Alessandra Bincoletto, l’artista ideatrice del progetto illustrativo “Immersioni Vegetali”.

fb_img_1480290507364

fb_img_1480290412335

 

Stelle Spente

Ricordi?

Scivolavamo insieme
verso il nulla –
labbra fredde
alla deriva
di infinite illusioni
immobili,
inutili.

E il sudario del mare
ad avvolgere
i nostri sogni morenti.

Ricordi?

Liuti e flicorni
negli abissi –
variazioni di silenzio
lungo il nostro incedere
spettrale,
simulacro sterile
di vacue sembianze.

E l’eclissi d’ogni amplesso,
a spalancare il respiro
di una lacrima.

Ma non era tempo ancora
di morire.
Non con te.
Non per te.

Ricordati di me.

Capelli scarmigliati,
svanivo dai tuoi occhi –
stella spenta.
Germe di luce
per un altrove
palpitante d’attesa.

Ricordati di te.

Eroe caduto,
svanivi dai miei occhi –
stella spenta.
Vivente sepolcro
vuoto di parole,
vuoto di emozioni.

Nella mia crisalide,
ali di fenice
fremono in fiamme –
atroce bellezza
che non potrai conoscere
né ricordare.

 

Maria Laura Valente, in Lustralia – Abluzioni Liriche, LunaNera, 2016.

buco-nero

Foglia caduta – haiku in memoria di un amico

Oggi, il reminder del calendario elettronico mi ha ricordato il tuo compleanno, Matteo.
Anche se, oggi, tu non sei più qui.
L’eco del tuo nome aleggia ancora su quella strada, su quella brutta curva e il tuo caro ricordo non svanirà dal mio cuore.
Oggi, come ogni autunno, ti chiedo scusa, per il tuo ultimo SMS al quale non ho risposto. Per la fretta, per le sempre tante cose da fare.
Non ho giustificazioni.
Ne’ modo di rimediare.
Le mie parole tardive sono inutili e non sanno più come raggiungerti.

foglia caduta –
smarrita nella nebbia
ogni parola.

© Maria Laura Valente

foglia

Immagine dal web.